A mano libera

ATTENZIONE: LE CANDIDATURE AL CONCORSO SONO CHIUSE

A mano libera è un concorso di disegno promosso dalla Associazione Culturale Spazio Lavì! Risponde al proposito di andare alla ricerca delle opere di quanti ancora – nell’era del digitale e dell’immagine derivata da strumenti fotografici e video – intendono rappresentare la realtà attraverso il disegno.

Art. 1 – Generi ammessi

Il concorso è rivolto a tutti coloro che vedono nel disegno a mano libera una forma d’arte da non dimenticare ed è aperto a chiunque abbia la maggiore età. Sono ammesse opere realizzate con tecniche tradizionali (ad esempio matite, carboncino, pennarelli, penne, china, collage, ecc.) su carta o altri supporti bidimensionali. Spazio Lavì! intende operare nell’ambito tipico della propria attività, e cioè la rappresentazione del paesaggio, dell’architettura, della città; all’interno di queste tematiche sono consentite modalità espressive di tipo figurativo e astratto. Sono escluse le graphic novel, il fumetto e tutti i generi che prevedono una serialità narrativa.

Art. 2 – Tema

Al solo scopo di limitare il campo d’azione e di ottenere la maggiore possibile uniformità dei materiali inviati, si ritiene di proporre un tema, traendolo da una delle esperienze più forti e singolari causate dalla pandemia degli ultimi due anni: il silenzio.

Art. 3 – Partecipazione

I partecipanti devono iscriversi compilando il modulo disponibile in questa pagina e caricando dei file jpg o png con dimensioni minime di 3508 per 4960 pixel e risoluzione di 300dpi. Sono consentite non più di due opere ad artista, il formato originale massimo deve essere di cm. 100X100.

Art. 4 – Metodi di selezione e giuria

La giuria è composta da Dede Auregli, storica dell’arte contemporanea, Walter Cascio, artista e docente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Marina Mentoni e Paolo Gobbi, artisti e docenti dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, Monica Manfrini, storica dell’arte e Presidente dell’associazione Spazio Lavì! Essa esamina gli elaborati secondo criteri di valutazione che tengono conto dell’originalità dei lavori, della capacità comunicativa del disegno, della perizia tecnica dell’autore.

Art. 5 -Premi

Al termine dei suoi lavori la giuria seleziona a suo insindacabile giudizio l’opera alla quale attribuire il premio-acquisto di 500 euro. La giuria si riserva la possibilità di non attribuire il premio e le segnalazioni di merito nel caso ritenga che nessuna delle opere ricevute raggiunga un adeguato livello qualitativo. Spazio Lavì!, visti i giudizi della giuria, si riserva la possibilità di realizzare, con le opere del vincitore e di eventuali altri artisti segnalati come meritevoli, una mostra collettiva nella sede espositiva dell’Associazione, Lavì! City, in via Sant’Apollonia 19/a a Bologna, in date da stabilire, per la durata di quindici giorni consecutivi, entro la fine dell’anno 2022, fatte salve le disposizioni di legge in vigore al momento per la limitazione della pandemia.

Art. 6 – Tempi e costi di partecipazione

Le iscrizioni devono essere perfezionate entro le ore 23.59 del giorno 30 aprile 7 maggio 2022. Entro lo stesso termine devono essere inviate le scansioni o fotografie delle opere per il concorso. Le iscrizioni saranno ritenute valide soltanto nel caso che entro il termine suddetto sia pervenuto il bonifico bancario di euro 20,00. L’importo versato si intende come quota associativa di Spazio Lavì! e al tempo stesso come quota di iscrizione al premio.

L’Associazione invierà successivamente ai partecipanti la tessera associativa via mail. L’IBAN dell’associazione è IT72D0306902520100000000578.

Gli artisti detengono i diritti delle immagini delle opere inviate, ma ne concedono a Spazio Lavì l’utilizzo ai fini della comunicazione e promozione; per creare il catalogo del premio, per il materiale di promozione associato al premio, e per la pubblicazione all’interno dei siti web.

La persona che si iscrive al concorso e dunque alla Associazione Spazio Lavì! è interamente responsabile dei contenuti del materiale visivo e testuale inviato e trasmesso. Spazio Lavì! si riserva il diritto di respingere testi o immagini diffamatori o osceni, opere pornografiche o lesive della morale su temi politici, religiosi e razzisti.

Il candidato autorizza espressamente Spazio Lavì! a trattare i suoi dati personali ai sensi della legge 675/96 (‘legge sulla Privacy’) e successive modifiche, D.lgs. 196/2003 (Codice Privacy), anche ai fini dell’inserimento in banche dati gestite dall’Associazione. Ogni controversia sarà trattata in Italia e secondo la legge italiana. I dati personali, le immagini delle opere del premio e/o altre opere inviate, o film/video girati dall’organizzazione durante un evento, per promuovere gli artisti e il premio, per la promozione su web, comunicazione o marketing, potranno essere utilizzati dall’organizzazione senza dover necessariamente richiedere il consenso degli interessati.

Spazio Lavì! si riserva il diritto di apportare variazioni al bando qualora se ne presenti la necessità.