Sarnano, chiuso per terremoto

Il terremoto che ha colpito le Marche ha reso inagibili molti edifici anche a Sarnano. Per ora dunque non possiamo che spostare a Lavì! City a Bologna le attività espositive che erano previste nel periodo invernale a Sarnano. Ma appena le condizioni lo consentiranno riapriremo lo spazio sarnanese e continueremo la nostra programmazione. Sarnano deve ripartire, e noi stiamo con Sarnano.

Mariano Andreani (1971). Laureato allo Iuav di Venezia, si occupa di fotografia dal 1996, affiancando ricerca artistica, pratica professionale e insegnamento universitario. Ha esposto in numerose mostre collettive, tra le quali la “Lezioni di Paesaggio” (2009) a cura di Emanuele Piccardo, “Lo stato dell’arte” 54° Biennale di Venezia (2011) e “L’immagine dell’Italia nella fotografia” Milano Expo (2015), a cura di Italo Zannier e Vittorio Sgarbi. Suoi lavori sono pubblicati in libri e riviste, tra i quali “Ritornando sull’Appennino” a cura di Piero Orlandi, edizione Compositori (2009), “Lezioni di paesaggio”, a cura di Emanuele Piccardo, edizione Plug_in (2009) e “Water and Asphalt. The Project of Isotropy” a cura di Paola Viganò, Bernardo Secchi e Lorenzo Fabian, edizione Park Books (2016).

Mirta Carroli è nata a Brisighella (1949). Dopo gli studi artistici a Bologna, insegna Discipline Plastiche presso il Liceo Artistico e Didattica dell’Arte all’Accademia di Belle Arti della stessa città. Ha iniziato ad esporre nel 1984 con numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero ed ha al suo attivo diverse sculture di grandi dimensioni. Il suo lavoro e la sua poetica si incentrano sullo studio di forme ancestrali, quasi primordiali, risalenti sia al mito che alla vita dell’uomo, evocative delle antiche civiltà. Nel 1999 le viene conferito il Premio Marconi per la Scultura.

Da sempre il lavoro di Mirta Carroli è legato allo studio dello spazio attraverso l’indagine storico culturale degli ambienti nei quali si trova ad operare. Tra le sue mostre ricordiamo le più recenti: “L’Alfabeto del grano” nel centro storico della città medioevale di Brisighella, 2008, a cura di G. Bonomi e P. Bellasi; “La persistenza del segno”, a Castello di Pergine Valsugana, a cura di F. Batacchi, 2009; “Mirta Carroli a Palazzo Schifanoia”, Palazzo Schifanoia, Ferrara, a cura di A. Andreotti, 2010-2011; “Scultura internazionale a Racconigi”, Reggia di Racconigi, 2010, a cura di L. Caramel; “Progetto Scultura”, Castel Sismondo, Rimini, a cura di B. Buscaroli 2011; “Del volo e del canto”, Galleria G7, Bologna, 2012; “Indagine intorno a S. Giorgio”, Biblioteca di Montemerano, a cura di M. Pasquali, 2013; “Il tesoro dei Giganti”, Convento di S. Francesco, Bagnacavallo, 2013, curata da P. Bellasi; “Corpo Cavo”, alla cava del gesso “La Marana” a Brisighella, curata da F. Bertoni, 2014. Oltre all’uso del ferro per le sculture, dal 1990 ha iniziato ad affrontare i metalli preziosi, oro ed argento, con la sua ricerca “Delle forme pure”. Numerose le mostre personali e collettive dove ha presentato i suoi monili: ricordiamo le più recenti: espone nel 2012 a New York al Museum of Arts and Design; “Preziosa opera” a Valenza 2014, e nel 2015 alla Galleria Biffi a Piacenza. Due i libri firmati con la poetessa Maria Luisa Vezzali: nel 2004 per la casa Editrice Eidos di Mirano viene presentato il libro d’artista “Dieci nell’Uno”, mentre nel 2011 esce per la casa Editrice Allemandi di Torino “Forme implicite gioielli di faiences”. Al Forte C. Mezzacapo a Zelarino nel 2015, per il Centenario della Grande Guerra, ha presentato nella mostra “Ogni ora è suprema” numerose sculture e disegni, opere che si andranno a sommare alle cinque sculture di grandi dimensioni presenti nella “Ronda dell’Arte” che racchiude il Forte. Nel 2016 esegue una scultura di quattro metri a Custoza, “Sublimare il tempo”, in acciaio cor-ten e nel giugno dello stesso anno inaugura una scultura in ferro, “Altorilievo” davanti alla stazione di Lugo.

collage

Qui di seguito sono elencati con una numerazione progressiva gli artisti, i titoli, i curatori e le date di apertura delle mostre ospitate allo Spazio Lavì! di Sarnano dal 2012 al 2015. Cliccando sul nome dell’artista sarete collegati all’archivio e ai relativi dettagli della mostra.

Chi è interessato alle opere può scrivere a spazio.lavi@gmail.com .

[1]
Betty Zanelli – MERRY GO ROUND
a cura di Alice Rubbini
dall’ 1 al 5 agosto 2012
[2]
Giovanni Zaffagnini – Sip e BUS
a cura di Piero Orlandi
dall’ 8 al 12 agosto 2012
[3]
Giovanni Hänninen – Milano UP
a cura di Arianna Rinaldo
dal 22 al 26 agosto 2012
[4]
Mili Romano – Crossing…
a cura di Elena Pirazzoli
dal 19 al 30 dicembre 2012
[5]
Michele Buda – Architetture
a cura di Roberto Maggiori
dal 2 al 6 gennaio 2013
[6]
Fabio Mantovani – Cento case popolari
a cura di Sara Marini
dal 27 marzo all’1 aprile 2013
[7]
Marina Mentoni – Cartografie
a cura di Paola Ballesi
dal 30 maggio al 9 giugno 2013
[8]
Gabriele Basilico – Glasgow. Processo di trasformazione della città. 1969
a cura di Giovanna Calvenzi
dal 3 al 19 agosto 2013
[9]
Marco Bucchieri – E i nostri sguardi, leggeri come foto
a cura di Carlo Branzaglia
dal 20 agosto all’8 settembre 2013
[10]
William Guerrieri – Occidentale 2005-2013
a cura di Nicoletta Leonardi
dal 19 al 29 dicembre 2013
[11]
Matilde Piazzi – Rinascimento
a cura di Paolo D’Alonzo
dal 30 dicembre 2013 al 9 gennaio 2014
[12]
Walter Cascio – LTZ
a cura di Umberto Zampini
dal 18 al 27 aprile 2014
[13]
Elena Giustozzi – familiare
a cura di Piero Orlandi
dal 23 maggio al 2 giugno 2014
[14]
Sissi Roselli – Archeologia scolastica
a cura di Sara Marini
dal 2 al 14 agosto 2014
[15]
Luciano Leonotti – Rituali
a cura di Elisa Contessotto
dal 16 al 28 agosto 2014
[16]
Paolo Gobbi – Tracciati
a cura di Paola Ballesi
dal 19 al 29 dicembre 2014
[17]
Vittorio Ferorelli e Matteo Sauli – Al bordo della strada <foto e grafie>
a cura di Elena Pirazzoli
dal 30 dicembre 2014 al 9 gennaio 2015
[18]
confotografia
a cura di Alessandra Chemollo
dal 4 al 14 aprile 2015
[19]
Dona Kalufka – Paula Metallo – Mogli e buoi…
a cura di Monica Manfrini
dal 23 maggio all’8 giugno 2015
[20]
Nino Migliori – Zooforo immaginato
a cura di Roberto Maggiori e Piero Orlandi
dal 31 luglio al 13 agosto 2015
[21]
Claudio Sabatino – La città intorno
a cura di Giovanna Calvenzi
dal 14 al 27 agosto 2015
[22]
Vespasiani+Groff – Katastrophé
a cura di Patrizia Digito
dal 12 al 22 dicembre 2015

Qui di seguito sono elencati gli artisti, i titoli, i curatori e le date di apertura delle mostre ospitate al Loggiato Comunale di Sarnano dal 2012 al 2016 e curate da Spazio Lavì!

Fabio Mantovani – Uno sguardo oltre le mura
a cura di Piero Orlandi
31 marzo – 25 aprile 2013

Sarnanoscape 1 – Laboratorio con gli studenti del Liceo Scientifico di Sarnano
a cura di Elena Giustozzi – coordinamento del progetto di Monica Manfrini
dal 19 al 28 agosto 2013

Sarnanoscape 2 – Workshop fotografico con gli studenti della Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno
fotografi Giovanni Hänninen e Fabio Mantovani
a cura di Giulia Menzietti
dal 19 al 28 agosto 2013

Sarnanoscape 3 – Workshop sul frottage
a cura di Marina Mentoni e Paolo Gobbi
con la collaborazione di Matteo Catani
dal 17 al 25 maggio 2014
per effetto della convenzione sottoscritta tra Spazio Lavì!, il Comune di Sarnano e l’Accademia di Belle Arti di Macerata.

Sarnanoscape 4 – Workshop sull’acqua
a cura di Marina Mentoni e Paolo Gobbi
con la collaborazione di Matteo Catani e Paolo Nannini
dal 23 maggio al 7 giugno 2015
per effetto della convenzione sottoscritta tra Spazio Lavì!, il Comune di Sarnano e l’Accademia di Belle Arti di Macerata.

Sarnanoscape 5 – Abitare un luogo. Storie, volti e cose di Sarnano
a cura di Marina Mentoni e Paolo Gobbi
con la collaborazione di Emanuele Bajo, Matteo Catani e Paul Meccanico
dal 23 aprile all’8 maggio 2016
per effetto della convenzione sottoscritta tra Spazio Lavì!, il Comune di Sarnano e l’Accademia di Belle Arti di Macerata.
Infine di seguito riportiamo gli eventi curati da Spazio Lavì!, ospitati in altre sedi, dal 2013 al 2015.
Fabio Mantovani – 100 case popolari
a cura di Sara Marini
dal 25 ottobre al 10 novembre 2013
Duepuntilab, via Solferino, 19 – Bologna

Tutto è paesaggio
a cura di Piero Orlandi
dal 14 al 23 febbraio 2014
Duepuntilab, via Solferino, 19 – Bologna

Dona Kalufka – Paula Metallo – Mogli e buoi…
a cura di Monica Manfrini
dall’11 al 31 ottobre 2015
Museo della Civiltà Contadina, San Marino di Bentivoglio