a cura di Piero Orlandi

 

Architetti, ingegneri, urbanisti, docenti, artisti, ognuno di loro è stato invitato a presentare un’opera e a raccontarla. Sono stati tutti dei baby boomers, sono nati negli anni del miracolo economico italiano e hanno completato il proprio percorso di formazione quando si lavorava in gruppo, si credeva fermamente nell’interdisciplinarità, si immaginava una società diversa. In mostra ci sono plastici, serigrafe, schizzi a mano libera, acquerelli, sculture, fotografie, collografie, fumetti, dipinti, bozzetti, tavole di progetto. Un vasto insieme eterogeneo di cose che cerca un’assonanza generazionale, cementata da anni di collaborazioni, da frequenti incontri, dialoghi, scambi di idee. Sono testimonianze che raccontano gli anni Settanta, che per tutti sono stati gli esordi nella professione o nell’attività, ma giungono fno agli anni recenti; presentano un momento preciso della propria carriera o una singola idea guida capace di orientare a lungo il percorso professionale, un collage di memorabilia personali o il primo abbozzo di una ricerca; ci raccontano di concorsi di architettura, mostre d’arte, oggetti di disegno industriale, allestimenti museografci, piani territoriali, viaggi fatti o immaginati, libri scritti e pubblicati, cantieri di piccole e grandi dimensioni, strumenti ed utensili di lavoro. Emergono le diverse personalità e i diversi percorsi ma si può rintracciare un background comune nella fducia non smarrita per la sperimentazione e il progetto.

 
Opere di Sandro Breschi, Marco Bucchieri, Manuela Caldi, Paolo Capponcelli, Walter Cascio, Marco Cavani, Alessandra Cazzoli, Pippo Ciorra, Piero Dall’Occa, Antonio Gentili, Monica Manfrini, Cesare Mari, Marina, Mentoni, Romano Miti, Silvia Morselli, Piero Orlandi, Daniele Paioli, Roberto Peluso, Giulio Pesci, Stefano Piazzi, Mario Piccinini, Piergiorgio Rocchi, Mili Romano, Andrea Zanelli, Michele Zanelli.

Walter Cascio, nato a Bologna il 9 novembre 1958, vive a Bologna.

 

Mostre Personali

1982 – Bologna, Galleria “Il Navile”.

1986 – Budrio, “Ca’ Ed Metusco”.

1988 – Bologna, Galleria “Biloba”.

1989 – Alessandria, Galleria “Triangolo Nero”.

1992 – Cesena, “Ex pescherie”.

1993 – Saint-Étienne, “La Serre”.

1993 – Salonicco, “Istituto Italiano di Cultura”.

1994 – Bologna, Galleria “San Luca”.

1998 – Pontedera, Galleria “Liba”.

1998 – Bologna, Galleria “G 7”, Variazioni.

2003 – Milano, Galleria “Grossetti Arte Contemporanea”, Walter Cascio Recent Works.

2004 – Bologna, Galleria “G 7”, “Cascio”.

2006 – Londra, “Barbara Behan Contemporary Art”, Touching the void.

2013 – Modena, “Galleria Mies”, Walter Cascio.